Quanto costa vendere su Amazon

Quanto costa vendere su Amazon?

22 Dicembre 2020

Non importa di quale settore vendite si stia parlando, nel 2020 Amazon ne è probabilmente il leader. Vendere sulla sua piattaforma non è più una strategia opzionale per chi voglia incrementare i propri introiti online, ma è diventato un vero e proprio must, un luogo in cui non ci si può più permettere di non essere presenti.
Se anche tu stai valutando di iniziare, per approfittare di tutti i vantaggi che questa scelta porta con sé, allora devi sapere che ci sono su Amazon costi per vendere che dovrai considerare e che dipenderanno tra gli altri fattori anche dal prezzo finale che assegnerai al tuo prodotto.
Scopriamoli insieme nel dettaglio in questa guida pratica, sintetica e veloce.

Vendere su Amazon: costi fissi e costi variabili

Per comprendere a fondo quanto si guadagna vendendo su Amazon è necessario stilare un’oculata e vantaggiosa strategia di pricing, valutare gli standard del mercato di riferimento e conoscere approfonditamente le spese per il servizio.
La piattaforma infatti trattiene parte dei tuoi introiti in vari frammenti separati. Essi si dividono in costi dell’account, in commissioni di vendita che Amazon applica sul prezzo del venduto e in eventuali costi per servizi aggiuntivi come Amazon FBA ed advertising.

Costi dell'account

seconda del tipo di sottoscrizione che si sceglie, i costi fissi per la gestione dell’account varieranno. Amazon prevede due forme di abbonamento per i rivenditori, ovvero l’account Individuale e quello Professionale. La scelta di uno o dell’altro varia a seconda delle esigenze del rivenditore, come soprattutto la mole delle unità che egli prevede di vendere. L’account individuale è consigliato a utilizzatori “occasionali”. Non si pagherà infatti una tassa fissa mensile, ma una trattenuta di 0.99 sul prezzo di vendita di ogni singola unità. L’account professionale invece, come si deduce dal nome, è destinato a chi possiede un’attività di vendita e vuole estendere il suo raggio anche sfruttando la piattaforma Amazon. A differenza del primo, in questo è previsto un costo fisso mensile di 39,99 euro e non una trattenuta sulla singola unità. Nel costo dell’account Amazon professionale sono inclusi anche una serie di level-up utili al rivenditore, come numero di prodotti vendibili illimitato, gestione delle scorte, possibilità di connettere il proprio e-commerce, possibilità di realizzare pacchetti regalo. Una volta calcolati i costi fissi, relativi alla sola attivazione dell’account, entreranno in gioco tutti i costi variabili: dove risiede il vero guadagno della piattaforma.

Commissioni sul prezzo del venduto

Bene, avete creato il vostro account e siete pronti ad entrare sul mercato. Ma c’è un altro temibile avversario da affrontare una volta giunti sul marketplace Amazon: le commissioni di vendita.
Se i costi di attivazione e manutenzione dell’account sono entrambi fissi, questi, applicati sul prezzo finale del prodotto, variano in base alla tipologia merceologica e in base al costo scelto.
La commissione di segnalazione, ovvero in soldoni ciò che dobbiamo ad Amazon per il suo servizio vetrina, viene applicata ad ogni singolo prodotto e può variare dal 6 al 20% del prezzo finale. La percentuale varia in base al tipo di prodotto.
Ecco di seguito una tabella che riporta le percentuali di commissione di Amazon sulla vendita di alcune delle categorie più comuni in italia:

Quanto costa vendere su Amazon

Il Seller Central di Amazon fornisce la lista completa.

Per la sola categoria media, Amazon aggiunge a quello di segnalazione anche il cosiddetto costo di “chiusura”, quindi per libri (1,01 euro), audio-video (0,81 euro) e videogames (0,81 euro), da non confondere col costo di chiusura fissa degli account non professionali.

Servizi aggiuntivi

Questi sono i costi da dover necessariamente sostenere. Ci sono poi i servizi aggiuntivi messi a disposizione da Amazon, che oltre ad essere molto utili, possono fare le sorti del successo o meno della tua attività. Come ad esempio il servizio per magazzino, imballaggio e spedizione Amazon FBA o le spese di advertising, che verranno trattate nel dettaglio in articoli specifici.

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin

Raccontaci il tuo
progetto