Come tutelare un brand da venditori poco seri

23 Marzo 2021

Con il passare degli anni migliaia di aziende hanno deciso di trasportare il proprio business dal mondo offline a quello online. Questo è quasi sempre risultato in un aumento delle vendite e in altri vantaggi generici, ma allo stesso tempo ha aumentato i rischi e i pericoli che precedentemente erano sicuramente inferiori. Contraffattori, violatori di proprietà intellettuale di brevetti e diritti di design sono solo alcuni dei tanti problemi che potresti trovare lungo il tuo percorso. All’interno di un mondo digital il marchio e l’identità che hai costruito con fatica e duro lavoro possono essere plagiati con estrema facilità. Uno dei problemi principali è che i consumatori, nel momento in cui acquistano un prodotto online, non sempre riescono a capire quale sia il brand originale e quale sia l’imitazione. Per questo, dovresti prendere in considerazione lo studio di una buona strategia di protezione del brand. Ed è qui che entra in gioco il nuovo sistema di Brand Registry di Amazon.

Cos’è e come registrarsi ad Amazon Brand Registry

Amazon Brand Registry è uno strumento gratuito pensato da Amazon per offrire ai proprietari di brand che vogliono vendere all’interno del famoso marketplace un maggiore controllo dei loro prodotti e del loro marchio. Questo strumento è l’ideale per chi è proprietario o produttore di un marchio regolarmente registrato in uno dei paesi in cui è attivo il servizio ed ai rivenditori e distributori autorizzati del brand in questione. Inoltre, il registro dei marchi di Amazon è capace di regalare un’esperienza sicura ed affidabile per i clienti che decidono di acquistare il tuo marchio e questo non è per niente un aspetto da sottovalutare. Sicuramente starai pensando che per iscriversi ad un servizio così sia complicato, invece di sbagli! Difatti, per poterti registrare al registro marche di Amazon devi semplicemente già essere registrato all’ufficio Italiano Brevetti e Marchi ed una volta che Amazon avrà verificato l’autenticità del tuo brand potrai finalmente effettuare l’accesso con le tue credenziali. Qui, Amazon ti chiederà le seguenti informazioni:
– Dati del tuo marchio, come la denominazione, il numero e la data di deposito e di registrazione;
– Immagine relativa al tuo logo;
– Immagini di prodotti e packaging del tuo brand;
– Le categorie dei tuoi prodotti;
– Il tuo sito web;
– L’elenco dei paesi in cui i tuoi prodotti sono fabbricati ed eventualmente distribuiti;
– Un indirizzo e-mail che fa riferimento alla tua azienda.

Ora il gioco è fatto: puoi iniziare ad usufruire di tutti i vantaggi di Amazon Brand Registry!

I vantaggi di Amazon Brand Registry

Capacità di rappresentare il tuo brand al meglio: Amazon Brand Registry ti offre un maggiore controllo sulle pagine dei prodotti Amazon che utilizzano il tuo marchio, ti aiuterà ad ottenere recensioni e far comparire i tuoi prodotti nella prima pagina delle ricerche del marketplace;
Potenti strumenti di ricerca e reportistica: avrai a disposizione una serie di strumenti che ti aiuteranno a facilitare al massimo il processo di ricerca di violazioni, come la ricerca per immagini, la ricerca globale e molto altro. Se ne sentirai la necessità, potrai inviare una segnalazione ad Amazon ed un team dedicato sarà in grado di offrirti la migliore assistenza.
Protezione del marchio: oltre alle misure standard che Amazon fornisce, Brand Registry offre un’ulteriore protezione del marchio. Il programma, utilizzando le informazioni da te fornite, ti aiuterà ad identificare: schede di prodotto che citano il brand senza il tuo consenso, venditori illeciti, utilizzi del tuo logo su prodotti che non ti riguardano ed ogni tipo di inserzione che tenti di sabotare il tuo marchio in qualsiasi modo.

Ovviamente questi sono solo alcuni degli innumerevoli vantaggi di cui potrai usufruire se deciderai di iscriverti al programma Amazon Brand Registry. Cosa aspetti? Inizia fin da subito a tutelare il tuo brand da venditori poco seri grazie al registro marche targato Amazon!

Buy Box di Amazon: cos’è?

Ogni cliente che ricerca un prodotto che vuole acquistare visiona la Buy Box nello shop di Amazon in alto a destra. Si tratta infatti della casella contenente le funzioni di acquisto. Cliccando su “Aggiungi al Carrello”, l’acquirente in effetti non sa da quale rivenditore specifico stia acquistando, ma sarà Amazon stesso a decidere a chi conferire questo privilegio.
Essere selezionato per questa funzione, come sarà facile immaginare, porta enormi vantaggi economici al rivenditore prescelto, dato che circa il 90% di tutti gli acquisti Amazon vengono effettuati proprio tramite Buy Box.

Come funziona la Buy Box?

Ora che si è compreso che cos’è la Buy Box di Amazon, cerchiamo di capire come funziona. Nel selezionare i rivenditori migliori la piattaforma si comporta come fa Google nella selezione dei risultati di ricerca più pertinenti e affidabili per le relative keyword.
C’è un algoritmo che in base ad alcuni parametri, decide chi premiare. Per ovvie ragioni l’algoritmo non è di dominio pubblico, ma anzi viene celato gelosamente proprio per evitare che eventuali furbi possano trovare escamotage per arrivare più in alto senza meritarselo.
Allo stesso modo di Google però, esistono dei fattori, dei consigli da parte dello stesso Amazon per creare una scheda prodotto ottimizzata al massimo, per ottenere la reputazione di rivenditore affidabile, insomma per salire più in alto tra i risultati di ricerca ed eventualmente anche arrivare ad arrogarsi la tanto ambita Buy Box.

Come guadagnarsi la Buy Box

Purtroppo in una piattaforma talmente competitiva da sembrare una vera e propria arena dove rivenditori da tutto il globo competono per vincere, arrivare in alto non è per niente facile. Si sa per certo però che ci sono alcuni fattori che meglio di altri concorrono al posizionamento in Buy Box. Eccoli nel dettaglio:

  • Idoneità del prodotto: Prima di iniziare va valutata questa conditio sine qua non. Il prodotto deve essere idoneo. Accertarsene è piuttosto facile. Basterà accedere alla propria gestione inventario, cliccare su Preferenze nel lato destro della finestra e successivamente sul tasto Idoneità Buy Box. Sarà Amazon stesso a dire subito se il prodotto in questione è idoneo o meno.
  • Prezzo: attenzione. Non significa svendere i propri prodotti al minimo per fare in modo che più persone possibili comprino. Ma si tratta di ideare una strategia di pricing sapiente, che tenga conto della concorrenza, che associ i prodotti a costi competitivi, ma non ingiusti e scorretti, e che tenga conto anche della somma con gli eventuali costi di spedizione.
  • Spedizione: non c’è modo più semplice di dirlo di “se offri il servizio di spedizione gratuita il cliente è contento e Amazon pure”. Andando più a fondo, sempre riprendendo il parallelismo con Google, come la big G vuole un web informativo, pulito, con contenuti affidabili e di qualità, così Amazon vuole rivenditori attenti in tutto e per tutto al bene dei clienti. Scegliere il metodo di adempimento più appropriato può fare la soddisfazione del cliente e conseguentemente la presenza del nostro prodotto in Buy Box.
    Affidarsi ai servizi di logistica Amazon potrà venire in aiuto del venditore per quanto concerne questo aspetto.
  • Performance: last but not least, anzi probabilmente il più importante di tutti. Se vuoi eccellere su Amazon devi essere un venditore eccellente. Ecco allora che avrà peso tutto ciò che può influenzare il giudizio sul servizio da parte del cliente.
    Amazon calcola matematicamente la performance di chi vende, in base al Customer Experience Score. Gratuità e velocità di spedizione, feedback positivi, velocità di risposta ai messaggi dei clienti sono gradini che possono essere ripidi e onerosi in termini di energie, ma sono l’unica via che sale fino alla tanto ambita Buy Box.

Condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin

Raccontaci il tuo
progetto